L’edilizia e l’esperienza: un rapporto imprescindibile

L’edilizia è un settore particolare. Essa richiede necessariamente che ad operare in un ambito simile vi siano persone qualificate, con alle spalle anni di quell’esperienza senza la quale è praticamente impossibile credere di poter lavorare per raggiungere risultati estetici e funzionali di qualità.

Basti pensare alla moltitudine di diramazioni che interessano l’edilizia, dall’impianto elettrico a quello della regolazione dell’aria, dagli impianti di riscaldamento sino agli impianti di ventilazione, ed ecco che ci si immerge in un vero e proprio mondo a sé stante, all’interno del quale è bene affidarsi a mani esperte. È il caso di Tecsit System, azienda operante nell’edilizia da molti anni e la cui esperienza è al servizio del cliente sia dal punto di vista della messa in sicurezza degli ambienti, sia dal punto di vista dell’innovazione.

Tra le attività che l’azienda offre nel suo catalogo vi è l’installazione delle barriere chimiche in tutti quegli edifici che necessitano un intervento diretto e immediato per ripristinare la sicurezza edilizia. Ma cosa si intende per “barriera chimica”? E quali sono le caratteristiche principali di questo particolare elemento?

Le barriere chimiche: generalità e caratteristiche

Per “barriera chimica” si intende quella soluzione chimica indirizzata a contrastare la possibile formazione di umidità nelle aree perimetrali di un edificio. Tali aree, infatti, sono particolarmente soggette all’insorgere di questo problema, in quanto direttamente a contatto con l’ambiente esterno. Per salvaguardare l’edificio è possibile a ricorrere a soluzioni diverse, tra cui la creazione di una barriera chimica in grado di scongiurare le minacce provenienti da una condizione ambientale eccessivamente umida.

Le barriere chimiche si installano mediante un procedimento di iniezione all’interno dei muri che richiedono l’intervento. Nello specifico, tali barriere sono composte da creme a base di silani che svolgono un eccezionale ruolo di contrasto all’umidità se inserite in murature di pietra, calcestruzzo, mattoni e gran parte degli altri elementi che vanno a comporre le murature stesse. Una volta iniettato il liquido cremoso nella “venatura” del muro bisognerà attendere che questo agisca, dopodiché si potrà dire addio alla risalita dell’umidità proprio grazie alla formazione della barriera

Vantaggi nell’utilizzo delle barriere chimiche

I vantaggi nel richiedere l’installazione (in questo caso l’iniezione) delle barriere chimiche sono molteplici. È già stata sottolineata la grande importanza di tali barriere nel contrastare l’umidità, specie quella in risalita, un fenomeno che affligge in particolar modo tutti quegli edifici situati in aree la cui aria è caratterizzata da un alto tasso di umidità. In linea generale, però, è l’intera costruzione a risentirne in meglio: un edificio caratterizzato da eccessiva umidità risulterà poco vivibile, ben lontano dal benessere tipico di un edificio pienamente a norma. Ecco per quale motivo conviene effettuare quegli interventi di restauro che, come in questo caso, possono cambiare in meglio la qualità della vivibilità.